Lettere per Marcello Martini

hai insegnato a tutti noi il valore della memoria della Resistenza e della difesa della libertà di ogni individuo come principi assoluti… lettera della nipote Matilde

Hai riempito la vita di tutti in mille modi possibili: con i tuoi racconti, con la tua ironia e soprattutto con il rispetto che hai verso ogni essere umano.
Sento intorno a noi una solidarietà e una comprensione rare da trovare e che solo grandi persone come te possono suscitare.

Mi hai insegnato a non odiare mai, perché fa solo star male senza cambiare nulla; hai insegnato a tutti noi il valore della memoria della Resistenza e della difesa della libertà di ogni individuo come principi assoluti.

Sei diventato il nonno di tutti perché è palese che quella che abbiamo intorno è una grande famiglia alla quale hai sempre dato il buon esempio, senza risparmiare qualche polemica.
La tua voglia di condivisione e la tua, a tratti brutale, onestà ti hanno sempre distinto e ci hanno aiutato a crescere, a superare la difficoltà e a prendere certe decisioni più coscientemente.

Ricordo discussioni, ma soprattutto ricordo risate, consigli, acciughe, cozze ripiene, pesto e la tua passione per le battutacce da buon Toscano.
Già sai il bene che ti voglio e che tutti noi ti vogliamo.
Ti chiedo scusa se non sono riuscita a portarti i ciccioli.
Avrei voluto, ma come ben sai, non è stagione.

Matilde

Ridimensiona
Contrasto